martedì 7 ottobre 2014

M5S AL BIVIO

In questi giorni, il m5s  è giunto   rapidamente   alla fase più critica della sua storia. Il rischio, a fronte di nuovi errori, è quello di una scissione o implosione.


Con tutto il rispetto di quel che ha fatto il padre storico del m5s,  occorre prendere realisticamente atto che i Grillo non era  più ormai una risorsa ma un problema per il m5s. Troppi errori di strategia politica, di organizzazione, di comunicazione e gestione dall' alto. Ultimo atto quello delle assurde espulsioni con processi, sommari e pilotati, senza alcun contraddittorio, nè possibilità di difesa che ci riporta al clima dei regimi. Altro che democrazia.

Troppi errori dii parlamentari talebani ( che avrebbero dovuto essere solo dei nostri  portavoce) arroccati ed indisponibili ad un dialogo costruttivo e permanente con la base, altri concentrati solo su problemi secondari o su espulsioni fatte senza alcun rispetto per le stesse regole del non statuto oltre che dei principi elementari di democrazia. Altri ancora succubi silenti delle decisioni di Grillo e Casaleggio.  

In tempi non sospetti scrissi che il male storico di tutti i movimenti è quello di implodere o per l'autoritarismo di un capo ( ed è quello che sta accadendo) o per la frammentazione della base incapace di autogestirsi.

L'unico modo per evitarlo, tenendo insieme tutto il movimento,  resta,  a mio parere, quello di creare una vera democrazia dal basso e relativi strumenti ma in modo organizzato, con regole chiare e trasparenti condivise da tutti,  con una gestione collettiva di una squadra di parlamentari democraticamente eletta dalla base .

Occorre prima fare un grande dibattito per trovare il modo unitario di  uscirne ed un progetto:
https://www.facebook.com/groups/Agora.basem5s/

Ma veniamo ad una analisi delle prospettive che si aprono .
Nonostante tutte le perplessità  evidenziate sul metodo antidemocratico  utilizzato per  definire  il nuovo gruppo di gestione del m5s, considero positivo il cambiamento intervenuto .

Quel "tutti insieme " del comunicato congiunto dei 5 parlamentari nominati, mi lascia sperare. Mi auguro  si traduca in fatti in modo da ricomporre saggiamente le varie anime in un nuovo progetto comune che superi gli errori fin qui commessi di strategia e comunicazione, riporti chiarezza, ripristini il dialogo effettivo con la base attraverso nuovi strumenti per una effettiva democrazia diretta ancora mancanti e canale permanente ed unitario di dialogo con la base del m5s . 

Solo cosi’ sarà possibile completare con l’aiuto dell’intelligenza collettiva un programma organico alternativo che affronti i nodi di fondo della crisi, che consenta di elaborare insieme strategie vincenti, sia politiche che di comunicazione, per rilanciare la nostra azione e soprattutto evitare la formazione di una oligarchia e la trasformazione in partito.

 Con tutti questi rischi e criticità,  operativamente  può iniziare una fase nuova, partendo da: 

-una discussione allargata  di chiarimento con  gli iscritti, sulla linea politica ,
-una definizione dei vari ruoli, in base alle abilità e competenze,  del gruppo delegato di gestione (ad es. io  vedrei bene Di Battista, il più carismatico a livello di comunicazione, come  portavoce  in tv e nei comizi e Di Maio  come punto di riferimento della strategia ed azione in parlamento),
-una riorganizzazione unitaria ed inclusiva anche di altri  parlamentari o soggetti ( vedi Pizzarotti ecc)che rappresentano una visione diversa .
-in attesa di un nuovo  sito nazionale, autonomo da quello di Grillo,   dotato di forum decente di discussione e piattaforma di proposta e voto nazionale per la base, occorre  preparare un congresso sul territorio ma,  soprattutto, creare subito,  in parallelo, una  UNICA pagina di riferimento per tutti  su Facebook  dove gli iscritti possano dare il loro apporto e contributo di idee in modo non dispersivo e dialogare col gruppo gestione almeno sulle scelte più importanti, 

-occorre costruire anche uno strumento rapido di consultazione che però non si limiti ad un si o no di decisioni già prese, ma consenta un vero dibattito e proposte alternative da parte della base. Democrazia vera dal basso è  il punto chiave . 



A  medio termine serve ovviamente un progetto più organico per una democrazia liquida organizzata. Gli strumenti, vedi ad es. Parelon, ci sono  basterebbe organizzarli e  utilizzarli al meglio : io il mio contributo in tal senso l'ho dato qui sul blog ed altrove  da tempo:
http://progettodemocraziadiretta.blogspot.it/2014/09/storia-del-parelon-nasce-ed-e.html

Mi auguro che il nuovo corso si apra finalmente a questa prospettiva che resta decisiva per il futuro del m5s e del Paese.




6 commenti:

  1. Che dire avevi ragione. Avendo seguito molti tuoi post non posso che condividere le preoccupazioni e le giuste analisi puntuali su una situazione che è arrivata ad una svolta.Speriamo si possa evitare una devastante scissione e che i vertici si ravvedano.

    RispondiElimina
  2. Ormai sono in tanti ad essersi stufati di Grillo e dei talebani 5 stelle.

    RispondiElimina
  3. Mi pare ci sia gran confusione e si facciano ulteriori pasticci. Certo il rischio è proprio quello di passare da una gestione individuale autoritaria ad una oligarchia .

    RispondiElimina
  4. Concordo pienamente con la tua analisi delle vie da percorrere emi auguro che inizi davvero una fase nuova fondata sul rispetto dei principi di democrazia dal basso spesso enunciati ma mai davvero praticati, forse perchè visto il livello culturale di tanti grillones sul forum di Grillo, di questa base neppure i vertici si fidano salvo utilizzarla quando serve per avallare certe scelte discutibili.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono d'accordo sul discorso dei livelli culturali spesso carenti ma si sottovaluta il fatto che ce ne sono altri di prim'ordine nella base del m5s e che purtroppo non sono ascoltati.mi auguro che col nuovo corso la situazione cambi.

      Elimina
  5. Credo sia solo una illusione sperare che i capi del m5s permettano mai una democrazia interna, ma come si dice la speranza è sempre l'ultima a morire...

    RispondiElimina

PER COMMENTARE CLICCA SU COMMENTI

AVVERTENZA
Questo blog è uno spazio libero ma post con insulti personali verso chiunque non verranno tollerati Il gestore del blog non è comunque responsabile del contenuto dei commenti per i quali ognuno si assume interamente la responsabilità di quel che scrive i.
Se incontrate difficoltà di inserimento , postate come anonimo oppure iscrivetevi al nostro forum.